Definizione della fistola uretro vaginale

Le fistole uretro-vaginali sono una comunicazione anomala tra l’uretra (il canale da cui fuoriesce l’urina) e la vagina. Questo particolare tipo di fistole possono essere causate da interventi anti-incontinenza, da chirurgia pelvica , da problematiche legate al parto o anche da fratture o traumi del bacino o del perineo.

Sintomi

Le fistola uretro-vaginale si manifesta con sintomi quali l’incontinenza urinaria, lo sgocciolamento continuo di urina e talvolta perdite ematiche. E’ tipico che la paz. riferisca di sentire fuoriuscire l’urina dalla vagina e non direttamente all’esterno.

Come si diagnostica

La diagnosi della fistola uretro-vescicale avviene mediante una visita uroginecologica, corredata da una uretroscistocopia e da una cistografia minzionale. Talvolta è fondamentale corredare il quadro anche con quello funzionale come l’esame urodinamico, soprattutto quando la fistola è prossinale allo sfintere vescicale o al collo della vescica.

Terapia conservativa per il trattamento della fistola uretro vaginale

Non è prevista una terapia conservative per il trattamento delle fistole. Solo se questa è molto piccola e diagnosticata immediatamente, si può tentare un approccio conservativo per una chiusura spontanea del tramite fistoloso,tramite un catetere (di Foley) a permanenza. In caso di insuccesso  è necessario ricorrere alla chirurgia riparativa o ricostruttiva come l’uretroplastica.

Complicanze post chirurgia

L’unica complicanza in caso di riparazione di fistole, è quella della recidiva ossia della ricomparsa del disturbo anche dopo chirurgia. Per questo motivo l’esperienza specifica del chirurgo è fondamentale per la riuscita dell’intervento.

Il Prof. Mauro Cervigni esegue visite ambulatoriali e interventi chirurgici di ginecologia e urologia.

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO